wrapper

Il fisco italiano e bavarese siglano un nuovo patto di collaborazione. Si chiama Joint Audit il progetto per l’attuazione di verifiche congiunte (joint-simultaneous audit) presso contribuenti appartenenti allo stesso gruppo d’imprese, con sedi in Italia e nello Stato Libero di Baviera. Dopo una prima fase pilota coordinata dalla Direzione centrale accertamento dell’Agenzia delle entrate, che ha coinvolto il Veneto e la Baviera, il fisco italiano e bavarese rinnovano il proprio impegno a potenziare la cooperazione amministrativa in materia fiscale. Prende così avvio una nuova fase del progetto che coinvolge anche la Lombardia e la Provincia Autonoma di Bolzano per un piano di verifiche transfrontaliere congiunte per il 2016-2017. Le finalità della nuova fase del progetto sono:
 rafforzare l’efficacia delle verifiche fiscali riguardanti problematiche transfrontaliere, riducendo gli oneri amministrativi per i contribuenti;
 rendere efficace l’implementazione degli strumenti di cooperazione amministrativa;
 ridurre il numero di procedure amichevoli – “MAP” (Mutual Agreement Procedure) e contrastare le pratiche aggressive “ATP” (Aggressive Tax Planning) e le problematiche correlate al “BEPS” (Base Erosion and Profit Shifting). Alla base c’è il Memorandum of Understanding (MoU) con cui le due amministrazioni regolamentano i diversi aspetti previsti dall’accordo.

Lascia un commento

Fisco Equo

Siamo un gruppo di persone della società civile che ha scelto di impegnarsi per promuovere lo sviluppo di una maggiore conoscenza della realtà fiscale del nostro paese. A spingerci è soprattutto la comune sensibilità verso i temi della legalità ed equità fiscale.

Privacy Policy