wrapper

Di Luciano Cerasa

 

Le entrate tributarie e contributive nei primi tre mesi del 2018 mostrano nel complesso un aumento di 5.014 milioni di euro (+3,3 per cento) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. L’aumento registrato è la risultante tra la crescita delle entrate tributarie (+3.612 milioni di euro, +3,8 per cento) e quella evidenziata, in termini di cassa, dalle entrate contributive (+1.402 milioni di euro, +2,4 per cento).
Le entrate tributarie.
Le entrate tributarie nel periodo Gennaio-Marzo 2018 evidenziano una crescita pari a 3.612 milioni di euro (+3,8 per cento). Le imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registrano una variazione positiva (+2.623 milioni di euro, +2,8 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo registra una variazione negativa (-58 milioni di euro, -2,9 per cento). In crescita le entrate degli enti territoriali (+238 milioni di euro, +4,2 per cento). Le poste correttive - che nettizzano il bilancio dello Stato - risultano in diminuzione rispetto allo stesso
periodo del 2017 (-809 milioni di euro, -10,8 per cento).
Tra le imposte dirette, il gettito IRPEF si è attestato a 48.756 milioni di euro (+1.211 milioni di euro, +2,5 per cento) principalmente per l’andamento delle ritenute IRPEF (+1.087 milioni di euro, +2,5 per cento). L’IRES è risultata pari a 1.111 milioni di euro (+112 milioni di euro, pari a +11,2 per cento). Tra le imposte indirette, le entrate IVA ammontano a 24.572 milioni di euro (+359 milioni di euro, pari a +1,5 per cento): 21.084 milioni di euro (+324 milioni di euro, pari a +1,6 per cento) derivano dalla componente relativa agli scambi interni; 3.488 milioni di euro dal prelievo sulle importazioni (+35 milioni di euro, pari a +1,0 per cento). Le entrate di lotto e lotterie ammontano a 3.588 milioni di euro (+238 milioni di euro, pari a +7,1per cento).
Nel periodo di riferimento il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo
registra una variazione negativa rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente (-58 milioni di euro, - 2,9 per cento).

Lascia un commento

Fisco Equo

Siamo un gruppo di persone della società civile che ha scelto di impegnarsi per promuovere lo sviluppo di una maggiore conoscenza della realtà fiscale del nostro paese. A spingerci è soprattutto la comune sensibilità verso i temi della legalità ed equità fiscale.

Privacy Policy