wrapper

La pressione fiscale sulle persone fisiche in Italia quest'anno è destinata a crescere di quasi due punti percentuali, passando dal 45,6% del 2011 al 47,3%, contro una media dell'Eurozona del 43,2% e del 38,1% in tutta la Ue. Il nostro paese inoltre si conferma al primo posto della classifica tra tutti i 27 Paesi Ue per la pressione fiscale sul lavoro nel 2010, con il 42,6%. Sono questi i dati principali emersi dal rapporto annuale di Eurostat sull'andamento della tassazione nell'Unione europea. Per quanto riguarda l'Italia, l'aumento dell'aliquota sulle persone fisiche previsto per il 2012 al 47,3% giunge dopo un lungo periodo di stabilità (dal 45,9% del 2000 al 45,6% del 2011) e piazza il nostro Paese all'ottavo posto della classifica Ue. Questa vede in testa la Svezia, la Danimarca e il Belgio rispettivamente con il 56,6%, il 55,4% e il 53,7%. Un fisco ben più generoso si rivela invece a Malta (23,4%), in Portogallo (23,4%), Bulgaria e Gran Bretagna (25,7%).

 

Il rapporto, che risale fino al 2000, mette in evidenza come nel nostro Paese le tasse siano diminuite solo per le imprese, calate da una pressione del 41,3% nell'anno 2000 al 31,4% del 2012, stesso livello dell'anno precedente. Ma l'Italia conferma invece il proprio primato in fatto di pressione fiscale sul lavoro, con un'aliquota "implicita" - ovvero tasse e oneri sociali - del 42,6% nel 2010, rispetto al 42,3% del 2009 (era al 41,8% nel 2000).

Dall'analisi emerge, inoltre, la forte crescita dell'Iva nei paesi Ue tra il 2008 e oggi, con una aliquota che varia dal 15% del Lussemburgo al 25% in Danimarca e Svezia e al 27% in Ungheria. Nell'Europa a 27 la media del carico fiscale sui redditi personali è del 38,1% ma sale al 43,2% nell'area euro con la Svezia al 56,6% e Danimarca al 55,4%. L'Italia mostra un 47,3% nel 2012 rispetto al 45,6% dell'anno scorso, leggermente più bassa rispetto alla Germania con il 47,5%. La tassazione sui redditi d'impresa nell'area euro è in media al 26,1% con Italia e Francia sopra il 31% mentre la Germania è al 29,8%.

Lascia un commento

Fisco Equo

Siamo un gruppo di persone della società civile che ha scelto di impegnarsi per promuovere lo sviluppo di una maggiore conoscenza della realtà fiscale del nostro paese. A spingerci è soprattutto la comune sensibilità verso i temi della legalità ed equità fiscale.

Privacy Policy