wrapper

E' stato un esposto del figlio, temendo che la madre volesse nascondergli il denaro in vista dell'eredità, a portare i giudici milanesi a sequestrare a un'anziana signora un patrimonio di ben 40 milioni di euro per presunta evasione fiscale tra il 2012 e il 2016. Il patrimonio della donna è però stimato in oltre 105 milioni nei vari paradisi fiscali cui si aggiunge una casa nel centro di Milano del valore di 4,5 milioni, tutti depositati in Svizzera, Gibilterra e Panama e protetti da un trust dell'Isola di Jersey, nel Canale della Manica. Lei ha residenza a Londra ma, stando a tutte le carte, vive stabilmente a Milano.
Una delle particolarità di questa storia, raccontata dal Corriere della Sera, è che stiamo parlando di una 91enne, Anna Maria Ghezzi, vedova di Aldo Gavazzi, "re" del commercio di articoli di lusso come le cravatte di noti marchi di moda. I 105 milioni di patrimonio sarebbero frutto della vendita della catena commerciale dopo la morte del marito negli anni '80.
Certosino il lavoro degli investigatori, coordinati dal pm Paolo Storari: per dimostrare che la 91enne effettivamente vive a Milano, la guardia di finanza ha recuperato le bollette dell'energia elettrica, i telefonini della domestica, l'abbonamento a una palestra. Ma anche le email dei professionisti consulenti della Ghezzi, con i suggerimenti su dove spostare il patrimonio per (cita il Corriere) "controbattere a qualunque potenziale aggressione".
Le risultanze investigative devono essere state convincenti se il gip Guido Salvini ha ordinato un sequestro preventivo d'urgenza. I legali della donna ribattono che è tutto regolare: la Ghezzi, affermano, ha pagato tutto il dovuto al fisco laddove è investito il suo patrimonio, avendo la residenza a Londra e non a Milano. Il figlio ha fatto partire tutto il procedimento 

Lascia un commento

Fisco Equo

Siamo un gruppo di persone della società civile che ha scelto di impegnarsi per promuovere lo sviluppo di una maggiore conoscenza della realtà fiscale del nostro paese. A spingerci è soprattutto la comune sensibilità verso i temi della legalità ed equità fiscale.

Privacy Policy